FRANCESCA TOMASSETTI

Dopo la laurea magistrale in Filosofia, a 24 anni, decisi di partire alla volta di Berlino con l’idea di accedere a un dottorato di ricerca. Quella partenza, che doveva essere il coronamento della mia carriera accademica, fu la porta d’accesso verso un nuovo mondo. La filosofia stessa mi aveva condotta al suo superamento, non era più possibile rimanere in quello stato di mente senza corpo…improvvisamente mi resi conto di ESSERE UN CORPO. Un corpo che vive, respira e soprattutto danza! Dopo un paio d’anni passati a insegnare italiano ai bambini italo-tedeschi della Finow Grund Shule, tornai in Italia e iniziai a seguire laboratori di teatro e danza. 

Passo dopo passo presi sempre più sul serio questa mia nuova passione e decisi di iscrivermi alla formazione biennale presso l’Atelier Teatro Fisico diretto da Philip Radice a Torino, dove incontrai le più svariate discipline, dal teatro fisico, all’acrobatica, teatrodanza, mimo, acroyoga, feldenkreis e tanto altro! Al di fuori della scuola continuavo a danzare Contact Improvisation alle jam torinesi, tentavo voli improbabili su trapezi e tessuti e facevo le mie prime esperienze come artista di strada.

In questi anni di ricerca, studio e sperimentazione il mio interesse per il teatro di strada con la sua verità piena di imprevisti e vitalità è cresciuto progressivamente e nel 2018 è nato il mio primo spettacolo solista “Runa di Fuoco”, dove la danza insieme al fuoco si fanno veicolo dell’espressione teatrale e poetica.

A Ottobre 2019 concludo la formazione triennale in Danza Sensibile condotta dal danzatore e coreografo Claude Coldy presso il Teatro Dimora di Mondaino, dove proseguo annualmente aggiornamenti formativi.

Negli ultimi anni la mia ricerca artistica si avvicina alla Danza Butoh, che ho approfondito attraverso i seminari intensivi di Yoshiko Usami Yokko, Alessandra Cristiani, Alessandro Pintus e Yuri Dini.

I miei interessi, sempre più orientati verso un ascolto sensibile e profondo, mi portarono a iniziare la formazione presso il centro Biodinamica Craniosacrale di Bologna, dove a giugno 2019 ho ottenuto il diploma di operatrice Craniosacrale e in seguito anche il Diploma Internazionale di Istruttrice Mindfulness. L’integrazione del lavoro terapeutico a quello artistico si è rivelato profondamente proficuo sia nella creazione performativa che soprattutto nel mio lavoro di insegnante.

Attualmente conduco laboratori e seminari intensivi di teatro danza e meditazione mindfulness fra Torino, Bologna e le Marche.

Assieme a Lara Barzon sono fondatrice del progetto Corpi Senza Ossa, un progetto di ampio respiro i cui linguaggi spaziano dal teatro, alla danza, alla fotografia, al lavoro di ricerca con gruppi che stanno nascendo in diverse città Italiane.